Home » Cineturismo » FIRENZE

FIRENZE

by Davide_80

Cosa vedere a Firenze in un giorno…con un pizzico di cinema

Duomo di Firenze
Duomo di Firenze

“Quando sento che mi prende la depressione, torno a Firenze a guardare la cupola del Brunelleschi: se il genio dell’uomo è arrivato a tanto, allora anche io posso e devo provare a creare, agire, vivere.”
Franco Zeffirelli

Firenze non ha certo bisogno di presentazioni infatti basta leggere le parole di un grande maestro come Zeffirelli per capire come questa città lasci un segno nelle persone che la visitano. Quindi non vi sorprenderà sapere che tantissimi registi hanno scelto proprio questa città come location per i loro film. E allora: ciak si parte alla scoperta di Firenze, cosa vedere in un solo giorno!

Cosa vedere dunque quando si è Firenze in un solo giorno?

Per assaporare lo spirito intenso e goliardico della città non si può che iniziare con la Stazione di Santa Maria Novella. Non vi preoccupate, non dovete visitarla, ma mentre scendete dal treno soffermatevi per un secondo a immaginare la scena del film “Amici miei”. Nella vostra mente un simpatico gruppo di amici tira parecchie sberle alle persone che stanno partendo in treno: insomma un modo divertente per iniziare la vacanza e per capire appieno la simpatia che caratterizza i suoi abitanti.

Una volta che vi siete fatti avvolgere da questo ricordo potrete partire alla volta del resto di Firenze. Una delle prime cose da vedere è sicuramente il Duomo. Spunta proprio mentre camminate col quel suo caratteristico alternarsi di pietre bianche e nere. Si può salire su fino in cima per godersi una spettacolo mozzafiato. Inoltre la tipica facciata in marmi policromi fu fatta in tempi moderni nel XIX secolo riflettendo lo stile neogotico, anche se la basilica fu costruita nel XV secolo.

Tappa impedibile e li vicino alla stazione è la chiesa di Santa Maria Novella. In stile gotico, con aiuole fiorite tutt’attorno, perfetta per una passeggiata primaverile. Al suo interno si trova un immenso tesoro, si consiglia la visita assolutamente.

Basilica di Santa Maria Novella
Basilica di Santa Maria Novella

Camminando tra le viuzze di Firenze, per arrivare in piazza della Signoria, si incontrano moltissimi posti suggestivi. Uno tra questi è il ristorante dove è stata girata la scena del “Ciclone” dove tutte le ballerine sono riunite al tavolo. Lo potete trovare in via Proconsolo 3. Anche se una volta arrivati troverete il ristorante Cavour, non vi preoccupate, è quella la location usata nel film.

Se non siete ancora stanchi di camminare, vediamo cos’altro vedere a Firenze in un giorno.

La bellissima piazza della Signoria si apre davanti a noi come per incanto. Nella Loggia dei Lanzi troverete un museo composto da sculture a cielo aperto. Vi accoglierà la fontana del Nettuno, chiamata da tutti il “Biancone”, potete immaginarvi il perché. Se decideste poi di andarci durante San Lorenzo, potrete anche assistere alla parata in costume che si svolge tra le vie della città e ha il suo spettacolo più bello proprio in questa piazza. Tra l’altro proprio Hannibal Lecter, dal film “Hannibal“, impicca il suo inseguitore facendolo penzolare dal muro del Palazzo Vecchio. Non guarderete più questo maestoso palazzo con gli stessi occhi. Sempre in Piazza della Signoria poi potrete gustarvi un caffè nel Caffè Rivoire, dove Francesco Nuti, regista toscano amatissimo girò alcune scene del suo film “Caruso Pascosky di padre polacco“.

Piazza della Signoria
Piazza della Signoria

Vi sembra tanto da visitare in un giorno a Firenze? In realtà le attrazioni sono tutte molto vicine tra loro quindi non ci resta che continuare a camminare per questa bellissima città e vedere cosa ci riserva.

Poco più in la da piazza della Signoria si trovano gli Uffizi, che non crediamo abbiano bisogno di presentazioni. Un inestimabile tesoro di arte e bellezza. Vi consigliamo di prenotare e di prendere una guida. E’ davvero una tappa imprescindibile se si visita Firenze. Tra l’altro, per gli amanti dell’architettura, è stupendo anche il palazzo che ospita cotanta meraviglia e tutt’intorno è incorniciato da statue di illustri personaggi che hanno reso l’Italia famosa nel mondo. Quindi vale la pena anche farsi una passeggiata li intorno.

A questo punto come non arrivare a Ponte Vecchio? Questo ponte è veramente particolare, infatti ospita una serie di negozi per tutta la sua lunghezza, che lo rendono unico. Sfondo perfetto per il film: “Ricomincio da tre” del compianto Massimo Troisi. Solo lui poteva mischiare un discorso filosofico con la sua carica comica, rendendo fruibile a tutti concetti molto acuti. Una passeggiata qui è d’obbligo, ed offre anche degli scorci incredibili.

Ponte Vecchio a Firenze
Ponte Vecchio a Firenze

Verso sera a Firenze, tra arte, storia e “Amici miei”

Da Ponte Vecchio arrivare in piazza della Repubblica è un attimo e ci troverete anche tantissima storia, anche solo nella sua forma. E’ un rettangolo, simbolo perfetto delle opere di risanamento della città volute nel XIX secolo, quando Firenze divenne la Capitale del Regno d’Italia. Qui troverete un simpatico ubriacone che viene fermato dai carabinieri. No, non preoccupatevi, non è avvenuto veramente, è solo una scena del Film “Caruso Pascosky di padre polacco” di Nuti, ambientato nello storico Caffè Paszkowski, location per questa scena.

Non dimenticatevi di passare a Palazzo Pitti, teatro, in epoca moderna, di sfarzose sfilate ma anche di opere d’arte all’aperto come l’installazione dei lupi, simbolo della natura che si ribella all’uomo, dell’artista cinese Liu Ruowang. Inoltre al suo interno c’è un vero e proprio complesso museale. All’esterno invece si trova il giardino dei Boboli, uno dei giardini più belli d’Italia.

Per un aperitivo veloce, prima delle ultime tappe, ci si può fermare davanti alla Basilica di Santa Croce, un gioiello del gotico fiorentino. Qui è pieno di bar molto carini dove ci si può riposare un attimo. Inoltre sapete che qui all’interno della basilica sono sepolti: Galileo Galilei, Macchiavelli, Michelangelo e molti altri grandi italiani? Vale una pena per una visita.

Per finire in bellezza, potrete passare per via Renai. Qui si trova il Bar Necchi, ora chiuso, dove nel film “Amici miei” si svolge la prima supercazzola. Ora c’è solo una targa che fa rivivere questa scena del film.

Il bar di Amici Miei
Il bar di Amici Miei

E quindi? Avete preparato il pranzo al sacco e la borraccia piena d’acqua? Se si, siete pronti per una visita di Firenze in un giorno!

Vota!

You may also like

Lascia un commento