Home » Attrazioni » CATACOMBE DI SAN GIOVANNI

CATACOMBE DI SAN GIOVANNI

by Davide_80

[breadcrumb]

Strepitus Silentii presenta le catacombe di Siracusa

Entrata Catacombe di San Giovanni, Siracusa.
Entrata Catacombe di San Giovanni, Siracusa.

Nella stupenda cornice di Ortigia, abbiamo assistito alla rappresentazione di uno spettacolo nelle catacombe di San Giovanni. In queste vie sotterranee le voci dei martiri cristiani hanno preso vita, raccontandoci le gesta eroiche e i sacrifici che hanno accompagnato questa comunità all’inizio della loro storia.

La storia delle catacombe

Cunicolo sotterraneo con musicista
Cunicolo sotterraneo con musicista

Queste catacombe sono un insieme di stradine sotterranee, seconde solo alle catacombe presenti a Roma. Mostrano uno spaccato di vita paleocristiano che senza questo ritrovamento, non sarebbe stato possibile ricostruire. In un mondo dominato dalla pratica della cremazione, la sepoltura dei cadaveri, inumati con un lenzuolo e murati in questi loculi chiusi da tegole, andava decisamente contro corrente. Sulle lapidi sono poi posti alcuni simboli. Il primo e forse più famoso è il pesce, un acrostico rappresentante Gesù. Il secondo è un àncora, che simboleggiava la navigazione in un mare tempestoso, quello che la chiesa doveva affrontare ogni giorno ma che, grazie alla sua fede, attraversava senza mai affondare. C’erano poi anche i nomi di chi era sepolto in quei luoghi, graffiati sulla lapidi, come a volerne rimarcare la presenza.

Le catacombe però, non sono solo cunicoli, in realtà sono presenti varie stanze che accoglievano personaggi di spicco. Adelfia, moglie di un console romano, difensore del cristianesimo siciliano. Fotina e Filomena, vergini consacrate e addirittura di Eusebio, Papa in esilio a Siracusa, che qui trovò una tomba temporanea.

La rappresentazione teatrale

Attrice che recita il rito del "refrigerium"
Attrice che recita il rito del “refrigerium”

La visita si snoda con l’aiuto di attori che impersonano delle autorità cristiane dell’epoca o delle persone comuni, sepolte nelle catacombe. Gli attori, bravissimi, trasmettono i sentimenti e i pensieri che hanno portato i primi cristiani a intraprendere quel cammino. Ci raccontano i riti, come quello del “refrigerium“, in cui le donne portavano il cibo ai defunti, dandogli letteralmente da mangiare miele o altre bevande attraverso un tubicino che arrivava fino alla bocca del cadavere.

L’esperienza all’interno di queste catacombe, che si svolge in notturna è magnifica. Gli attori e i musicisti riescono a riportare i visitatori indietro nel tempo e far rivivere l’angoscia ma anche la determinazione di quei martiri e di quelle migliaia di persone che scelsero la cristianità come religione. Alla fine del tour inoltre, l’associazione Kairòs offre delle paste alle mandorle e del vino tipico siciliano, il moscato di Siracusa. Questo fa ancora di più immergere il turista nella cultura di questa meravigliosa isola.

Noi consigliamo assolutamente questa gita. La gentilezza dello staff vi accompagnerà per tutto il tour. Bisogna però prenotare perché la sacralità del luogo e sicurezza di vivere un’esperienza unica fanno si che i posti siano limitati.

Per maggiori informazioni potete visitare il sito di Secret Siracusa a questo link: https://www.secretsiracusa.it/strepitus-silentii-le-notti-delle-catacombe/

Se invece voleste scoprire tutte le attività che l’associazione Kairòs organizza, potete seguirli sul loro sito: https://www.kairos-web.com/

Vota!

You may also like

Lascia un commento